Ristrutturazioni Superbonus 110%: esperti a confronto. Live talk

luglio 17, 2020  |  News, Senza categoria

Il 9 luglio u.s. si è tenuta la diretta di Umbria 24 nella quale Maurizio Troccoli ha introdotto l’importante iniziativa post covid per rimettere in moto l’economia: il Superbonus 110%. Gli esperti intervenuti si sono confrontati sui vari istituti ed, in particolare, su quello della cessione del credito d’imposta.
L’On. Martina Nardi ha illustrato la nuova normativa introdotta dal D.L. 34/2020 c.d. rilancio, già approvato alla Camera ed in attesa del voto al Senato, il cui l’iter legislativo si concluderà con la conversione in legge auspicabilmente entro luglio.
La Deputata ha spiegato le tre opzioni in capo al contribuente:
- la detrazione d’imposta nella percentuale spettante (ove vi sia capienza fiscale),
- la cessione del credito ad un potenziale acquirente che abbia capienza,
- lo sconto anticipato dal fornitore a fattura.
Lo strumento della cessione del credito d’imposta in particolare, mira a fare in modo che ci sia una immissione di liquidità repentina nelle casse delle imprese in quanto i crediti possono essere trasformati in moneta fiscale e utilizzati in compensazione nel modello F24 in 5 rate annuali.
L’architetto Diego Zurli si è soffermato sulla centralità del ruolo del professionista nelle procedure di Ecobonus/Sismabonus, concernenti la riqualificazione energetica e messa in sicurezza degli edifici, rivolte ad un ampio target di utenti; ha evidenziando poi la criticità del limite temporale delle agevolazioni stesse, estendibili sino al 31 dicembre 2021, eccezion fatta per le case popolari le quali potranno usufruirne sino al mese di giugno 2022.
Il dr.Trottolini (Responsabile CNA Costruzioni Umbria) ha auspicato la nascita di convenzioni fra professionisti, imprese ed esperti finanziari. Ha parlato del libero preziario e del fatto che il credito di imposta sia cedibile anche in stato di avanzamenti lavori (SAL), purché pari almeno al 30%.
Il dr. Salvatore Santucci (esperto di fisco e finanza, socio fondatore della Santucci & Partners) ha approfondito l’importante veste ricoperta dagli Istituti di Credito e assicurativi nella vicenda de quo. Tutti i maggiori gruppi bancari, soggetti cessionari al pari di fornitori, ESCO e SSE infatti, stanno predisponendo prodotti specifici in materia di cessione del credito di imposta, ma sul punto, per ora, vi è grande segretazione. Di certo, il mercato del credito di imposta si giocherà sulle offerte migliori fatte dalle banche o dalle finanziarie ai potenziali cedenti ed importante sarà anche il ruolo ricoperto dall’ABI in tal senso. Il dr. Santucci ha evidenziato, in ultimo, un particolare di non poco conto: la responsabilità solidale del cessionario ai sensi dell’art. 121, 6° comma del D.L. Rilancio.
Tali novità normative saranno di oggettivo ed importante impatto nel PIL ed il ruolo del professionista sarà centrale anche per scongiurare fenomeni di evasione fiscale.
Gli ospiti si sono salutati con la promessa di rivedersi per continuare ad illustrare le novità in materia, con l’auspicabile ed illuminante aiuto della Agenzia delle Entrate che sarà presto chiamata ad esprimersi mediante provvedimenti attuativi.

2601447170109078